8 comportamenti per investire durante e dopo il coronavirus.

In giorni come questi, in cui ci chiediamo quale impatto avrà ogni fase della quarantena dovuta dal coronavirus, è lecito chiedersi cosa fare e come muoversi per tutelare il proprio patrimonio. In questo articolo potrete trovare alcuni suggerimenti su come investire il proprio patrimonio, in modo consapevole, considerando questo particolare momento storico.

1. NON INVESTIRE SOLO IN ITALIA, ED IN EURO

I risparmi degli italiani, circa 9.000 miliardi, al 90% sono investiti in Italia ed in euro, è consigliabile allargare su altri mercati, che meno risentiranno della crisi delle attività tradizionali e che investono in nuovi business (Nasdaq). È importante anche aumentare la quota in dollari, che già si è rafforzato sull’euro, creando così un danno per il risparmio degli italiani. Il dollaro è considerato un bene rifugio per i momenti difficili delle economie; purtroppo però la maggior parte degli investimenti degli italiani è in euro o in beni come gli immobili, che hanno un mercato esclusivamente in eurovaluta.

 

2. AUMENTARE IL PERIODO TEMPORALE DI INVESTIMENTO

Si dovrà fare un’estensione dell’orizzonte temporale, per esaminare al meglio i rendimenti dei propri investimenti: non più mensili o annuali, ma pluriennali. Temo che le conseguenze del virus sull’economie dureranno più del lockdown.

 

3. VALUTARE NUOVE FORME DI INVESTIMENTO

La paura delle perdite in conto capitale e degli imprevisti, ha indotto i risparmiatori italiani a tenere 1.500 miliardi su conti correnti e altri 500 milioni di euro in investimenti a breve termine. Questi deboli investimenti non riescono a coprire neppure l’inflazione. Il periodo che stiamo vivendo è una grande occasione per espandersi nello spazio, acquisendo quote del Nasdaq, e nel tempo, passare per investimenti più profittevoli, ma su tempi medio lunghi rispetto alla liquidità. Infine se fosse possibile, sarebbe opportuno vendere immobili, che non siano al servizio della famiglia, anche se pensati per i figli, o a reddito.

 

4. PIANIFICARE IL PASSAGGIO GENERAZIONALE E RISTRUTTURARE IL PROPRIO PORTAFOGLIO

Il modo in cui l’Italia ha affrontato questo virus, come ad esempio: pochi posti letto in terapia intensiva, scarsi tamponi e quindi un lungo lockdown, porterà ad aumentare i debiti, sia pubblici che privati, causando perciò un impoverimento che si rifletterà sulle generazioni future. Bisognerà quindi agire quanto prima, pianificando il passaggio generazionale e accelerando le ristrutturazioni dei propri portafogli.

 

5. NON AVERE PAURA

Si deve abbassare il livello della paura che questo virus ha generato verso il futuro. La paura è una forma di autolesionismo e un regalo fatto a chi si avvantaggia del premio al rischio sulle azioni, investendo in certi mercati. In molti ambiti, è più facile fare previsioni a breve termine, vedi previsioni del tempo, mentre per i mercati finanziari, si verifica il contrario. Inoltre i mercati azionari anticipano sempre la fine della crisi economica alcuni mesi prima.

 

6. AFFIDARSI AD UN CONSULENTE

Gli italiani sono pieni di liquidità per tre motivi: sono avversi al rischio, non si fidano delle previsioni di lungo periodo, temono eventi improvvisi e negativi. Per questo motivo tengono molti risparmi liquidi, piuttosto che assicurarsi. Grazie all’aiuto di un consulente, devono trovare fiducia, capire che gli storni sui mercati finanziari sono occasioni per posizionarsi sui mercati più altalenanti, e assicurare ciò che è possibile fare (capitale umano, salute, e beni vulnerabili).

 

7. SAPER SFRUTTARE QUESTA EMERGENZA

Questa nuova situazione è l’occasione per ristrutturare tutto il patrimonio, dagli investimenti mobiliari agli immobili. Le nuove generazioni sono molto meno sensibili alla conquista della prima casa di proprietà per vari motivi: bassi rendimenti sugli immobili causati da un’alta tassazione, un aumento generalizzato della povertà e il basso tasso di natalità, aggiunto alla fuga verso l’estero delle menti più brillanti. Tempi eccezionali richiedono interventi eccezionali: la grande liquidità presente è un’occasione unica.

 

8. ANTICIPARE GLI ALTRI INVESTITORI

Bisogna agire con calma seguendo i primi sette suggerimenti. Chi prima lo farà si avvantaggerà sulla lentezza altrui.

 

Concludo dicendo di uscire dal circuito della prudenza e della previdenza. Negli investimenti una prudenza male intesa, ha portato a grandi liquidità e ad investimenti a breve termine, oltre che ad una quota congelata in immobili, che con bassi rendimenti si è tradotta in imprevidenza. Tutto ciò vale sia per i singoli investitori che per il paese nel suo complesso.